City soldiers

military

Ladies, line up! A troops of city soldiers with an aggressive yet polished style is ready to invade the streets. Modern and elegant, the military trend is now coming back stronger and more combative than ever, but more delicate, refined and revisited. Combinations are studied while looks are sculpted and delicate at the same time.
The common denominator is color, military green, of course. But even navy and some burgundy accents, for a more exclusive result. But this is not enough. The new trend is even and more about shapes, style, the character of the looks and the power of the combinations, which aren’t necessary stiff nor structured. On the contrary, the leitmotiv is the continuous overlap of strong and bulky fabrics with more voluptuous ones, for a result that speaks about an urban luxe.

VALENTINO

Outerwear is the focus: majestic, rigorous, with a male tailoring contrasting female silhouettes. So, even pea coats or capes with sumptuous volumes and lengths shows off powerful lapels and out of line details (buttons, maxi pockets), and are brought out by those polished yet unusual matches, so to enhance the shape. And if leather is the good mix, what make this military trend stood out is the match with lace and satin with sinuous refinements.
Indeed, sumptuousness stays in shapes: coats&co. (which aren’t necessary over) can be tight at the waist, just like those wide palazzo pants, sculpted with maxi belts knotted at waist, which tighten and define the shapes (Erika Cavallini).

SAINTLAURENT
Moreover, modern military accents come out even from fabrics: pied-de-poule is embellished when flanked to fur and soft knitwear with contemporary allure (Michael Kors), while the total look is softened by the right combination with seductive chiffon, making this male-inspired trend a new rough gentle elegance, definitely feminine.

Versione italiana

Una schiera di city soldier dallo stile aggressivo ma sofisticato pronte a invadere le strade. Moderno ed elegante, il military trend torna più forte e combattivo che mai, ma in versione più delicata, raffinata e rivisitata. Gli accostamenti sono studiati e ricercati, i look scolpiti e delicati allo stesso tempo.
Il comune denominatore sta nel colore, il verde militare, naturalmente. Ma anche il blu e degli accenni di burgundy, per una nota più esclusiva. Ma non basta. Il trend ha a che fare con le forme, lo stile, il carattere dei look e la forza degli accostamenti, che non sono necessariamente rigidi e strutturati. Al contrario. Il leitmotiv è il continuo sovrapporsi di tessuti pesanti e ingombranti ad altri più fluidi e sinuosi, per un risultato che parla di lusso urbano.

SACAI_LUCK

Il capo per antonomasia è l’outewear, imponente, rigoroso, dal tailoring maschile in contrasto con silhouette femminili ben visibili e che non vengono nascoste. Così, caban, pea coat, ma anche cappe e mantelle dalle lunghezze e i volumi sontuosi, esibiscono revers importanti e i dettagli fuori dai ranghi (bottoni, maxi tasche), e vengono risaltati da quegli accostamenti così sofisticati e insoliti da esaltarne le forme. Se con la pelle si forma un’accoppiata vincente, a risaltare lo stile militare anche l’abbinamento con pizzi e satin dai rifinimenti sinuosi.
Sinuosità che è data anche dalle forme: cappotti & co (non per forza dai tagli over) vengono stretti in vita, così come ampi pantaloni a palazzo, scolpiti da maxi cinture annodate in vita, che stringono e danno forma (Erika Cavallini).

PIERRE_BALMAIN
Moderni accenti militari, poi, si percepiscono anche dalle lavorazioni e dai tessuti: il pied-de-poule (Michael Kors) si impreziosisce se affiancato a pellicce e a morbide maglie dallo spirito contemporaneo, mentre i total look monocromo si addolciscono grazie agli accostamenti di chiffon dalle linee sensuali, trasformando un trend d’ispirazione maschile in una nuova eleganza ruvida e decisamente femminile.

Comments are closed.