JACQUEMUS, L’ENFANT TERRIBLE.

Jaquemus

“My name is Simon, I love blue and white, stripes, the sub, fruits, Marseilles and the 80’s.”

This is the presentation that Simon Porte Jacquemus gives about himself on his website, and penetrating into his world, you will be able to understand why.

“Mi chiamo Simon, amo il blu e il bianco, le righe, il sole, la frutta, Marsiglia e gli anni ’80.”

 E’ questa la presentazione che Simon Porte Jacquemus da di se stesso sul suo sito, e addentrandosi nel suo mondo, si può ben capire perché.

Schermata 2016-01-26 alle 17.19.33

Born 26 years ago in the South of France, young Simon is currently one of the new designers under the spotlight of Paris Fashion Week, and we are sure of his talent, as well as his determination, that will take him very far.
Indeed, because his determination has been one foundamental factor for his success since the start of his young and profitable career. He has always been fond of fashion, at 18 years old he moved to Paris to attend a course of Fashion Design at the prestigeous school ESMOD, but his studies were cut short; in fact, after only 2 months Simon was forced to leave school due to his mother passing away. A tragedy that marks him deeply, but that does not block his creativity, on the contrary, it strengthens him even more, encouraging him not to waste a single moment.
While working as a shop assistant at Comme des Garçons and as an assistant stylist, in 2009 he moves into a small atelier at the doors of Montmatre and it is there that his first collection was brought to life. Dedicated entirely to his mother, Jacquemus is in fact his mother’s unmarried surname.

Nato nel sud della Francia 26 anni fa, il giovane Simon è attualmente uno dei nuovi designer più in vista della fashion week parigina, e siamo sicuri che il suo talento, nonché

la grande determinazione, lo porteranno lontano. Già, perché la determinazione è stata uno dei fondamentali fattori del suo successo sin dagli inizi della sua giovane, ma già proficua carriera. Da sempre appassionato di moda, a 18 anni si trasferisce a Parigi per frequentare un corso di Fashion design alla prestigiosa scuola ESMOD, ma il percorso didattico ha breve durata; dopo appena due mesi infatti il giovane Simon è costretto ad abbandonare la scuola in seguito alla morte della madre. Una tragedia che lo segna nel profondo, ma che tuttavia non blocca la sua creatività, ma anzi lo fortifica ancora di più, invogliandolo a non sprecare nemmeno un attimo della sua vita. Mentre lavora come commesso da Comme Des Garçons e come assistente stylist, nel 2009 si trasferisce in un piccolo atelier alle porte di Montmatre ed è li che prende vita la sua prima collezione, dedicata per l’appunto a sua madre. Jacquemus è infatti il cognome da nubile di quest’ultima.

Schermata 2016-01-26 alle 17.21.02

His style is very personal, with clear reference to childhood, the leitmotiv present also in his particular videos in which he presents his collections, and yet extremely sophisticated forms for his designs; a minimalistic combination of colour and “jou de vivre” spirit that tastes just like a holiday at the beach on the French Riviera, where he was born.

Il suo è uno stile personalissimo, con chiari riferimenti al mondo dell’infanzia, leitmotiv presente anche nei particolarissimi video in cui presenta le sue collezioni, eppure estremamente sofisticato nei tagli ultradesign e nelle forme; un minimalismo sapientemente combinato ai colori e allo spirito di quella “jou de vivre” che sa di vacanze al mare in Costa Azzurra, dove lui è nato.

Schermata 2016-01-26 alle 17.25.25

In the first collections, Simon reveals his artistic culture, as he showed in the Fall Winter collection, in which, he took inspiration from the Berliner artist Sebastian Bieniek; he transformed his models in real artworks, drawing three-quarter faces on their faces. But without any snobbery at all; it’s like if in his garments the typical childhood ingenuity remained intact, made up of games, invention and the ability to amuze us every time.

Nelle proprie collezioni, Simon rivela la propria cultura artistica, come ha dimostrato nello scorso autunno inverno, in cui, prendendo ispirazione dall’artista berlinese Sebastian Bieniek, ha trasformato le sue modelle in vere e proprie opere d’arte, ridisegnando dei visi a tre quarti sui loro volti. Ma senza snobismo alcuno; è come se nei suoi abiti rimanesse intatta quell’ingenuità tipica del mondo dei bambini, fatto di giochi, inventiva e capacità di stupirsi ogni volta.

Schermata 2016-01-26 alle 17.22.13

He has always been inspires by his beautiful and fragile muse, which is actress Isabelle Adjani; Simon has been well-known for a while now by the Parisian it-girls, such as his best friends Jeanne Damas, the actress Joana Preiss, or the “cool Parisian” for excellence Caroline DeMaigret, that for him have also been models and promoters of his talent; exploded at the “elite” only in the last year or so, concentrating immediately all the attention on him.

Da sempre ispirato da una musa fragile e bellissima qual è l’attrice Isabelle Adjani, Simon è conosciuto già da qualche anno dalle “It-girls parigine”, come la migliore amica Jeanne Damas, l’attrice Joana Preiss, o la “parigina cool” per eccellenza Caroline DeMaigret, che per lui sono state anche modelle, nonché promotrici del suo talento, esploso ai “più” solo nell’ultimo anno, catalizzando immediatamente l’attenzione.

Schermata 2016-01-26 alle 17.21.58

Designer, stylist, videomaker, a 360 degree creative mind (keep an eye at his Instagram to have confirmation), for the SS16 collection he amused everybody by walking a white horse on the runway and taking the entire audience into a fairytale.
We are sure, that young Simon’s fairytale will continue for a long time and it will have a beautiful happy ending.

Designer, stylist, videomaker, un creativo a 360 gradi (tenete d’occhio il suo Instagram per averne conferma),per la collezione SS ‘16 ha stupito tutti portando un cavallo bianco in passerella, immergendo il pubblico in un’atmosfera fiabesca. E siamo sicuri che la favola del giovane Simon continuerà ancora per molto e avrà un happy ending bellissimo.

Schermata 2016-01-26 alle 17.48.10

Jacquemus will be available online and in Tessabit boutiques very soon.

Bientôt!

Jacquemus sarà disponibile online e nelle boutique Tessabit molto presto.

Bientôt!

Comments are closed.