Frou frou is the winter way.

Frou Frou

We are women.

We are not here to name Jo Squillo, but to highlight the start of a new era.

If in recent seasons the diktat was that of rigor, masculine lines and essential for women’s fashion, with the winter 2015 we will have a breakthrough.

A revolution which had gone through a miscellany asexuality catapults us into a universe really feminine.

Regain possession of our essence, the will to rediscover themselves.

Then it starting from the materials, rediscovering organza, chiffon and silk. Precious embroideries and hourglass shapes.

Moschino

That times of crisis bring rigor also in the costume is now given for granted, that is it a symptom of a first turn? The desire to wear pastel colors, even for the winter, gives us a strong will to live. Soft pink and champagne for a defined elegance.

How not to mention designers like Valentino, who did the ether femininity like a business card, a romantic evening dress is without doubt the must-have of the season, maybe matched that of ankle boots in pastel shades.

Isabel Marant

If you love high fashion you can not ignore the productions of Giambattista Valli and Giamba (aka pret a porter). With him you get into a dreamy state conditions where wear tulle skirts with diameters mileage seems within reach of all, dig into our subconscious to find the essence of a princess.

Eventually wins the convenience, and the collections of Gucci and MSGM put that right. The booster 70 becomes really strong, without neglecting the details and rouges embroidered on shirts. Impalpable fabrics and scarves like tie complete the look.

Salvatore Ferragamo Ninna

Even Prada chose pastels and fine details, such as rosettes and hair accessories. Because the frou frou is also a beauty trend, they had long catwalks not seen many braids and precious hairstyles.

Ladylike is the rule.

We expect then an autumn / winter full of storms femininity. Open your closet!

Givenchy

Versione Italiana

Siamo donne.

Non siamo qui per citare Jo Squillo, ma per sottolineare l’inizio di una nuova era.

Se nelle ultime stagioni il diktat era quello del rigore, linee maschili ed essenzialità anche per la moda femminile, con l’inverno 2015 avremo una svolta.

Una sorta di rivoluzione, che passando attraverso una miscellanea asessualità ci catapulta in un universo femminilissimo.

Riappropriarsi della propria essenza, della voglia di riscoprire se stesse.

Allora si parte dai materiali, riscoprendo l’organza, chiffon e seta. Ricami preziosi e forme a clessidra.

Che i periodi di crisi portino rigore anche nel costume ormai è dato per assodato, che sia sintomo di una prima svolta? Il desiderio di vestire tinte pastello, anche per l’inverno, ci trasmette una forte voglia di vivere. Rosa e champagne, per un’eleganza definita.

Simone Rocha

Come non citare stilisti come Valentino, che hanno fatto dell’etere femminilità il proprio biglietto da visita, un abito da sera romantico è senza dubbio il must have della stagione, magari abbinato che degli ankle boots in tinta pastello.

Se siete amanti dell’alta moda impossibile ignorare le produzioni di Giambattista Valli e Giamba (la linea pret a porter). Con lui si entra in un dreamy state in cui indossare gonne di tulle dai diametri chilometrici sembra alla portata di tutte, scava nel nostro subconscio fino a trovare l’essenza da principessa.

Fendi

Alla fine vince la praticità, e le collezioni di Gucci e MSGM fanno al caso nostro. Il richiamo anni ’70 si fa davvero forte, senza tralasciare i dettagli ricamati e le rouges sulle camicie. Tessuti impalpabili e foulard a mo’ di cravatta completano i look.

Anche Prada ha scelto le tinte pastello e i dettagli preziosi, come le coccarde iperdecorate e gli accessori per capelli. Perché il frou frou è anche una tendenza beauty, era da tempo che sulle passerelle non si vedevano tante trecce ed acconciature preziose.

Ladylike è la regola.

 

Ci aspetta quindi un autunno/inverno denso di tempeste di femminilità. Aprite gli armadi!

Comments are closed.