How to be a Parisian: a style guide

how to be a parisienne

Paris, mon amour. Or better saying, Parisienne! Every girl, at least once in her life, has dreamt to be a Parisian, if not in the soul, at least in the style.
Icons of timeless elegance and spokesperson of a decontracté style, with their je ne sais quoi air made of those naturally uncombed hair, half snobberies and patent countertrends, they conquer all the preferences thanks to their uncontrived and totally natural charm (but how can they?).
They don’t have rules, even if the first rules of all is “do not follow rules”. Instead, they watch them, they mature them and they make them theirs, regardless of the time and the fateful BCBG (Bon Chic Bon Genre). Anyway, there are some clothes that every live Parisienne has unquestionably in her closet, to wear in all the varied moments and ways.

Tory Burch
Among all, jeans are inevitable in every Parisian outfit and they are synonymous or a free and casual style, since they are matchable with everything. The best ones are those with the straight leg, easier to wear, a bit rolled-up, in classic denim or white. In order to stand them out, you’d better pair them to basic and super cool blue or striped pullovers, the other must-have of this style, which express all its Parisian essence together with flat sandal.

Burberry London
Then, if you need a cover-up go for a trench, to be worn with ease with rolled-up sleeves and the collar heedlessly up, both for a day look or during the evening, with a timeless LBD, which is a concept more than a dress: simple, elegant, versatile. With a pair of ballet flat (Roger Vivier) you gain a touché effect.

Emporio Armani
Last but not least, a jacket (or a shirt) stolen from a man’s wardrobe is the key trend of your look, highlighting the style without forcing it. During the day, use it with a belt on your waist; and for the evening prefer the perfect tuxedo jacket (better if it’s a Yves Saint Laurent).

But, the Parisian style is also, and above all, made of accessories which are classic, essential and polished rather than showy. Speaking about jewellery, the rule wants them vintage and not excessive (no more than one jewel per look): if diamonds are for every time and with everything, pearls get a rock charm with a white t-shirt (never ever with a twin-set!), while the watch is rigorously masculine.

Valentino Garavani

Moreover, shoes are flat, even for the evening. It’s better to own one good timeless pair, than a lot all identical. In addition to ballet flats, you can choose moccasin with socks and jeans , or in suede with a pair of shorts. Finally, the bag? Well-finished, spacious and timeless.

Valentino Garavani

Generally, always remember:

-Out the total look, in the style match: the Parisian girl create her style, she doesn’t follow it.
-Out blin bling or logos in the foreground: the real lux is knowing how to be chic, without showing the price.

Versione italiana

Paris, mon amour. O meglio, Parisienne! Tutte, almeno una volta nella vita abbiamo sognato di essere parigine, se non nell’anima, almeno nello stile.
Icone di eleganza senza tempo e portavoce dello stile decontracté, con il loro je ne sais quoi fatto di capelli (fintamente) spettinati, snobismi accennati e contro tendenze conclamate, conquistano le preferenze di tutti proprio per il loro fascino non costruito e totalmente naturale (ma come fanno?).
Regole non ne hanno, anche se la regola numero uno è mai seguire le tendenze. Piuttosto, le osservano, le maturano e le fanno proprie, a prescindere dal momento e in barba al fatidico BCBG (Bon Chic Bon Genre). Ma ci sono, comunque, dei capi che indiscutibilmente ogni parigina ha nel suo armadio, da indossare nei modi e nei momenti più svariati.

Isabel Marant

Su tutti, i jeans, immancabili in ogni outfit parigino, sinonimo di stile libero e casual, perché abbinabili con tutto. I preferiti sono quelli a tubo, più facili da portare, un po’ risvoltati sulle caviglie e in denim classico o bianco. Per risaltarli, si indossano con dei basici (e super cool) pull a righe oppure blu, altro must di questo stile, che esprime tutta la sua essenza tipicamente parigina insieme a dei sandali bassi.

Burberry Brit

Il trench, poi, dai toni chiari e classici è il soprabito da preferire, e va indossato con disinvoltura con le maniche risvoltate e il colletto sbadatamente alzato, sia per il look da giorno che la sera con l’intramontabile LBD, un concetto più che un vestito: semplice, elegante, versatile. Con delle ballerine (Roger Vivier) l’effetto è touché.

Dsquared2

Ultima, ma non per importanza, la giacca (ma anche la camicia) maschile, che accentua lo stile disinvolto senza forzature. Per il giorno perfetta la con una cintura in vita; la sera l’intramontabile giacca tuxedo di Yves Saint-Laurent.
Ma lo stile parigino passa anche, e soprattutto, dagli accessori che, anche in questo caso, sono classici, basici, belli più che appariscenti. Se si parla di gioielli, la regola li vuole vintage e non eccessivi (non più di un gioiello per look): se i diamanti si mettono sempre e con tutto, le perle acquistano un fascino rock con una t-shirt bianca (mai con un twin-set!), mentre l’orologio è rigorosamente maschile.

Marsell

 

Le scarpe, invece, sono basse, anche la sera. Meglio averne un paio intramontabile, che mille tutti simili. Oltre alle ballerine, promossi i mocassini in pelle con calzini e jeans, oppure in suede con gli shorts. La borsa? Di buona fattura, capiente e senza tempo.

Saint Laurent

In generale, ricorda:

-No al total look, sì al match di stili: la parigina crea lo stile, non lo segue.
-No bling bling e griffe in primo piano: il vero lusso è saper essere chic, senza mostrare il prezzo.
-Meglio una borsa di paglia che una borsa imitata, perché lo stile parigino è disinvolto e autentico.
-Better a real straw bag, than an imitation, as the Parisian style is relaxed and authentic.

Comments are closed.