Hot vs. Cold: the uncertain way of dressing

Hot vs. Cold

Summer as a synonym of sun, hot weather, easy fun and… air conditioning! If things ain’t what they used to be, sure it is that between the tropical heating in winter and the polar freezing in summer, with the temperature leap, the change of wardrobe doesn’t exist anymore.
Far away is the time of lightweight and flutter dresses well flaunted from the first days of June till late nights of September. Nowadays, you can never feel sure since daily fighting with office colleagues to turn on-off the air conditioning alternates with summer night breeze and passing storms, while outside temperatures are getting higher. So, summer drama is just around the corner: how should a normal person dress in summer days?

More than floral dresses, so good outside but so risky as soon as you get inside a shop, trousers are the real key to success. Meaning the ultra light and super coloured ones. Tropical and optical graphics well adorned with colour contrasts, can refresh just watching them while covering the legs. Super-luxe joggers passed while all the kinds of jeans have to resit in September, since they compress and weigh down.

Hot vs. Cold

Moreover, if light blouse and silk shirts are better than sleeveless and low-necked tops, the timeless denim jacket gives way to comfortable bomber jackets (monochrome or printed) so to face the long days between air conditioning and warm weather.

Never say never, then, to the seasonal knitwear that, even during the (apparently) hottest months of the year, always finds its place in the closet: if in comfortable (and good) fabrics and soft hues , it is the right solution to consider (moreover, a classic crew-neck together with a perfect suntan and a pair of capri has a perfect style that never fades).

Hot vs. Cold

But don’t forget the feet. Especially in summer. Both in the day or in the evening, pumps are strictly banished (they swell your feet) just like flat sandals (that bring them to early freezing). Then, if ballet flats are too trite, you’d better aim at slippers and loafers: fierce and perfect 24/7.

Last but not least, the bag that must be big, wide, spacious and resistant. A woman bag during summer has to contain the daily necessaire and an extra place for all the kinds of scarf, foulard and handkerchief or even a shoes change. Therefore, the basic kit to survive and be prepared even when things ain’t what they used to be.

Hot vs. Cold

Versione Italiana

Estate, sinonimo di caldo, sole, divertimento e… aria condizionata! Se, infatti, è vero che non esistono più le mezze stagioni, certo è anche che, tra riscaldamento tropicale in inverno e congelamento polare in estate, con gli sbalzi di caldo e freddo, ormai il cambio di stagione non esiste più.
Lontani i bei tempi dei vestiti leggeri e svolazzanti da sfoggiare senza pensieri da giugno a settembre. Se di giorno in ufficio la lotta tra colleghi per l’aria condizionata on-off è sempre all’ultimo sangue, anche di sera tra venticello e temporali, non si può mai stare sicuri. E intanto, all’aperto la colonnina del termometro segna 30 gradi. Quindi, il dramma è sempre dietro l’angolo: d’estate ma come mi vesto?

Più che vestiti floreali, che tanto sono belli in giro, ma che sono a rischio broncopolmonite appena sei per saldi tra boutique e negozi (per non parlare del supermercato), i pantaloni sono la vera chiave di successo. Intesi come quelli ultra light e super colorati. Fantasie tropical e optical abbellite da contrasti di colore, con quell’aria chic rinfrescano solo a guardarli e tengono le gambe coperte. Promossi i joggers super luxe e rimandati a settembre qualsivoglia tipo di jeans, skinny, flare o regular: comprimono, appesantiscono.

Hot vs. Cold

Se bluse e camicie in seta sono da preferire a top e tank top scollati e smanicati, l’intramontabile giubbino di jeans cede il passo a bomber leggeri (monocromo o stampati) per far fronte a giornate a suon di aria condizionata e serate dalla brezza estiva.

Mai dire mai, poi, alla maglieria di stagione che, anche nei mesi apparentemente più caldi, trova sempre un suo spazio nell’armadio: se dai tessuti confortevoli (e buoni) e dalle tinte leggere, sono la soluzione da non sottovalutare (e poi, un classico girocollo, con la giusta abbronzatura e dei capri, ha quel gusto passe-partout che non tramonta mai).

Hot vs. Cold

Anche i piedi vogliono la loro parte. Soprattutto d’estate, dove vengono continuamente martoriati. Al bando sia di giorno che di sera decolleté che gonfiano il piede e flat sandal che lo espongono a congelamento precoce (in ufficio con i sandaletti no. Provare per credere). Se, quindi, ballerine&co. hanno fatto il loro tempo in primavera, meglio puntare su slipper, mocassini e slip on: grintosi e perfetti 24/7.

Hot vs. Cold

Per ultima, ma non per importanza, la borsa che sia grande, ampia, spaziosa e resistente. La borsa di una donna nel periodo estivo, oltre a contenere tutto il necessaire quotidiano, deve garantire spazio sufficiente per sciarpe, scarpine, sciarpette, ombrellino, fazzoletti e foulard. Insomma, tutto il kit di sopravvivenza per non soccombere anche quando le mezze stagioni non ci sono più.

Comments are closed.