The French touch: Garance Doré

Garance Dorè

Garance Doré needs no presentations nor definitions. The name itself is already a definition and perfectly holds a precise idea of style and the transformation of the fashion system during the last years.
Born as illustrator, evolved into blogger and photographer (not just fashion) and become an icon, Garance Doré is simply different from all the other characters of the blogosphere. Her garancedore.com, a point of reference for many if not for everyone, has stood out forever from the crowd of blogs out there and it keeps surfing the trends after almost ten years because it’s different but, moreover, because it’s versatile and credible.

Garance Doré

However, the story starts early, in an era when the internet wasn’t a big deal and in a place far away from catwalks and fashion capitals. Mariline Fiori loved to sketch inspired by the 19th-century illustrator Gustave Doré, taking his name, and she loved it so much that she decided to leave everything, even her dear Corsica, and go to Paris to follow her illustration dream and she gave herself one year to make it her profession. The blog becomes, so, a window to show its works, in a period when blogs were still at an embryonic stage. Despite the first important collaborations with Louis Vuitton and Kate Spada, for whom she created some illustrations, her great images alone were not enough. So, she decided to give them an authentic yet original writing, then she went through an incredible street style photography and her first narrative videos (Pardon my French). The whole with a professional stylistic continuity with no equal. And bingo!

Isabel Marant

Her work has been appreciate in and out the fashion world so much, she’s got a lot of successful collaborations, working as a photographer and illustrator (Chloé, Moschino, Max Mara, Dior and Club Monaco, to name a few), and even important rewards, including the Council of Fashion Designers of America Media Award in 2012.
The surprising thing is her incessant ability to go through and innovate the system and becoming herself a source of inspiration.
Today the blog is a key element of her work, but not the only one. Thanks to her ideas, she made her passion (for illustration) a structured and unconventional business, with her own studio, exclusive projects and collaborations (a photographic diary of the Venice Biennale for Nowness, videos with Max Mara and David Yurman), an e-commerce, her first incoming book and much more to be told, with that unique French touch which is the fil rouge in her life/work/style, waiting for the next, unpredictable project.

Garance Doré

Versione Italiana

Non servono presentazioni né definizioni per introdurre Garance Doré. Il nome in sé è già una definizione e racchiude alla perfezione non solo un’idea di stile, ma anche i cambiamenti del fashion system degli ultimi anni.

Nata illustratrice, evolutasi in blogger e fotografa (non solo fashion) e divenuta un’icona, Garance Doré è diversa dagli altri personaggi della blogosphere. Il suo garancedore.com, punto di riferimento per molti se non per tutti, si contraddistingue da sempre dalla miriade di blog che vengono quotidianamente sfornati e continua a rimanere sulla cresta dell’onda ancora dopo dieci anni non solo perché diverso, ma soprattutto perché versatile e credibile.
La storia, però, parte da più lontano. In un’epoca che in cui la rete non esisteva e in un luogo che nulla ha a che vedere con passerelle e fashion show.

Garance Doré

Mariline Fiori amava disegnare ispirandosi all’illustratore Gustave Doré, da cui prese il nome, e le piaceva talmente tanto che decise di lasciare tutto, persino la sua Corsica, e andarsene a Parigi a seguire il sua sogno di illustratrice e si dà un anno per farlo diventare la sua professione. Il blog diventa, quindi, una vetrina per far conoscere i suoi lavori, quando i blog, però, sono ancora a uno stato embrionale. Nonostante le prime collaborazioni con Louis Vuitton e Kate Spade, per cui crea delle illustrazioni, le belle immagini da sole non bastano. Così, aggiunge nelle sue pagine una scrittura autentica e originale, per poi sperimentare la street style photography e, successivamente, anche video narrativi (Pardon my French). Il tutto con una continuità stilistica professionale senza eguali. E bingo.

Carven

Il suo lavoro è apprezzato dentro e fuori dal mondo della moda. Talmente tanto da farle ottenere numerose collaborazioni di successo, lavorando sia come fotografa che come illustratrice (Chloé, Moschino, Max Mara, Dior and Club Monaco, solo per citarne alcuni), ma anche riconoscimenti importanti, tra cui nel 2012 il Council of Fashion Designers of America Media Award.

Aquazzura

Quello che sorprende e che piace è la sua inarrestabile capacità di sperimentare e innovarsi, innovando ogni volta anche il sistema e diventando se stessa fonte di ispirazione.
Oggi il suo blog rimane un elemento chiave del lavoro, che però non si ferma lì. Grazie alle sue idee Garance Doré ha trasformato una passione (quella per l’illustrazione) in un business strutturato e non convenzionale, con uno studio proprio, progetti e collaborazioni esclusivi (ancora i video con Max Mara e David Yurman, un diario fotografico della Biennale di Venezia per Nowness), un e-commerce, il primo libro in arrivo e molto ancora da raccontare. Con quell’inconfondibile French touch che fa da contorno e che è da sempre il fil rouge del suo stile, in attesa del prossimo, imprevedibile, progetto.

Comments are closed.